Blog

Riparazione fanale anteriore, problema regolazione parabole

Come da titolo, avevo il fanale sinistro anteriore che non si regolava più in altezza e direzione, in BMW mi dissero che dovevo cambiarlo perchè avevo il meccanismo delle parabole danneggiate, ma bene o male anche se il fascio non poteva essere modificato mi illuminava la strada in maniera corretta anche se quando prendevo delle buche vibrava tutto e l’effetto era quello da vecchio “Califfone”. Però non volevo spendere quella cifra importante per ricomprarlo, mi sembrava strano fosse irreparabile.
La cosa peggiorò quando imboccai una strada con molte buche e d’un tratto mi accorsi poi che avevo il fascio luminoso che non puntava più la strada ma per terra a 1 metro nemmeno dal muso della Z3.

Non potevo più tenerlo così perchè la notte era fastidioso guidare con un faro solo (il destro), allora oggi mi son messo li con molta pazienza e lo ho riparato, la procedura per operare correttamente ha fatto nascere questa guida che spero possa essere d’aiuto.
Spiegato il guasto, ora iniziamo a trattare come ho risolto.

Innanzi tutto ho usato questi strumenti:

set

1. Paia di guanti in lattice (per non sporcarsi col silicone molle del fanale e per non sporcare le parabole riflettenti una volta che sono a cuore aperto).

1. Chiave a tubo del 8 (per smontare il fanale dalla sua sede).

1. Torcia per illuminare il vano motore al fine di trovare tutte le viti del fanale.

1. Phon da capelli (io ne ho pochi quindi non lo uso più ma ogni tanto mi torna utile).

1. Cacciavite a taglio grande (per distaccare le parti del fanale senza segnare troppo le palstiche di contatto).

2. Cacciaviti a taglio medio (per tenere sollevate e/o schiacciare le clips del fanale che tengono le diverse parti compresse assieme).

1. Cutter grande (per recidere e ripulire eventuali file di silicone nero sulle parti di contatto del fanale).

1. Morsa con copriganasce in teflon (opzionale vanno bene anche delle cagne con le chiusure in gomma per richiudere alla perfezione il fanale).

viti

Per smontare il fanale si devono svitare le 4 viti che lo tengono nella sua sede, 2 sono frontali (aprendo il cofano sono visibili le si trovano avvitate sopra i regolatori di plastica esagonali), le altre 2 sono alla base e non sono molto visibili (una è posizionata sotto la lampadina della freccia, quindi guardando l’auto dal muso verso l’abitacolo alla vostra destra, l’altra è più visibile e si trova alla sinistra del fanale.
Nel completare l’operazione bisogna stare attenti a tenere fermi i regolatori esagonali a filetto perchè sono quelli che tengono il fanale nella posizione di montaggio corretta nel ambito degli spazi di carrozzeria….
Dopo si devono sconnettere i cavi che alimentano il fanale che nel caso di una Z3 Restyling sono complessivamente 4, (abbagliante, anabbagliante, freccia, motorino regolazione altezza fari)…
Fatto ciò ci si ritrova col fanale in mano….

4

Il fanale è composto da 3 componenti essenziali: Il vetro in plexiglass che è tenuto da delle mollette elastiche in acciaio e dal silicone nero (operate su questo se dovete cambiare la goccia arancione della freccia con quella bianca ma prima sganciate le mollette in acciaio), dalla carcassa in plastica che ha i fissaggi ad asole per agganciarlo alla carrozzeria della Z3 per mezzo delle viti che abbiamo tolto, della parte posteriore sempre in plastica su cui sono fissate le lampadine, il motorino della regolazione fari….
A noi interessa quest’ultima che è poi la più difficile da smontare dato che è fissata alla carcassa centrale in plastica per mezzo di:

2. clips a pressione sulla parte superiore del fanale che si vanno a infilare sotto alle asole di fissaggio del fanale stesso, quindi è importante non rompere nulla, sopratutto le asole di fissaggio!

3. asolette di cui una sul lato fanale, 2 sotto il fanale, queste sono importanti perchè tengono compresse assieme le parti di contatto della carcassa centrale con quella posteriore su cui sono montate le parabole riflettenti, facendo attenzione non si rompe nulla….

Prima di iniziare con l’operazione indossare i guanti in lattice al fine di non sporcarsi con il silicone, di non scottarsi con il fanale che sarà caldo in taluni punti su cui si va ad intervenire, per non rovinare o sporcare il gruppo ottico riflettente che si avrà in mano una volta conclusa l’operazione di scollaggio…
Ora con il Phon da capelli caldo è necessario scaldare pian piano e a tratti la plastica delle parti a contatto del fanale per fare diventare morbido il silicone che li tiene assieme, fatto ciò bisogna cercare di infilare il cacciavite a taglio grande tra le parti per cercare di dividerle senza però segnare troppo o rompere i lembi di queste…occhio che il lembo della carcassa è fatta a “U” quindi bisognerà sudare un pochettino alzandola la plastica e deformandola un pochino al fine di penetrare col cacciavite, ma nessuna paura più avanti vederemo come rimetterla a posto..
A fine operazione si avrà questo risultato:

parabole

parabole2

parabole3

parabole4

Come si vede dalle foto il fanale non ha leveraggi, e sempre si nota che non si è danneggiato nulla, ma il gruppo ottico si è solo sganciato dai suoi fermi mobili a pressione su cui dal esterno si va a regolare, basta premere con un pò di energia con le dita per rimettere tutto a posto..
I fermi che possono sganciarsi sono 3 (vedi foto con freccie rosse): (1) quello del motorino regolazione altezza fari, (2) quello della regolazione manuale posizione orrizzontale del fascio luminoso, (3) quello della regolazione manuale posizione verticale del fascio luminoso, nel dubbio meglio controllarli tutti prima di richiudere il faro…
Avendo scorporato il gruppo ottico è possibile procedere anche al eventuale sostituzione/pulitura delle lenti che in molti casi e per l’uso errato di lampade troppo potenti si sono ingiallite, esse sono fissate alle carcassa centrale per mezzo di piccole asole..

lenti

Ora si deve procedere al inverso per richiudere il tutto, non avendo rimosso il collante ma avendolo solo scaldato basta dare una ripassata col phon per capelli sulle parti che vanno a contatto per poi ricomporre le parti aiutandosi o con una morsa per comprimere bene le parti perchè si riportino alla posizione originaria o con delle cagne…
Sopratutto questa parte del operazione è importante perchè bisogna fare forza senza spingere su asole, clips etc etc onde evitare di danneggiarle…

morsa2

morsa1

Una volta ricomposto il fanale si noterà che dove si è fatto forza per entrar col cacciavite a taglio grande la plastica è rimasta segnata, nessuna paura, basta scaldarla col Phon da capelli e passare col posteriore tondo di un cacciavite facendo un pò di forza per renderla nuovamente liscia…
Alla fine il risultato estetico delle parti forzate per aprire il tutto sarà questo:

cacciavite

cacciavite2

cacciavite3

Il cutter serve nel rimontaggio nel caso che il silicone caldo sarà uscito dalla sede in cui era stato depositato dalla fabbrica, con la lama basta rispalmarlo mentre è caldo per fare aderire a perfezione il tutto..
Ora basta rimontare il fanale sulla Z3 seguendo semplicemente le istruzioni di smontaggio a ritroso per vedere che la nostra veloce ed economica riparazione ci ha ridato nuovamente un fanale funzionante in tutto e per tutto…
Con un pò di calma anche se segnando leggermente le plastiche non si andrà a danneggiare nulla ne della meccanica del componente e nemmeno nella sua estetica…
Una volta rimontata la Z basterà rimettere in offset i fasci luminosi…
Lo stesso procedimento è possibile utilizzarlo per scorporare il vetro di plexiglass al fine di smontare la goccia arancione, in quel caso bisoga solo fare più attenzione a non sbeccare il plexiglass con il cacciavite nel mentre si fa forza.

Buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.