Blog

Trattamento impregnante e impermeabilizzante con prodotti Renovo

Lentamente si avvicina la primavera e quale periodo migliore di questo, in cui le zetine sono più ferme che in movimento, per lavorare sulla tela della capote? Prima di iniziare è necessario precisare che un ambiente il più possibile libero da impurità e pulviscolo è condizione utile per un lavoro ottimale.

Considerando che non è possibile coprire l’auto con un telo perchè la capote ha bisogno di aria per asciugare correttamente ed uniformemente.

Ciò premesso dotatevi di:

  • 1 flacone da 500 ml di Renovo impregnante del colore della vostra capote. Ne serviranno circa 300/350 ml per una copertura uniforme 1 flacone di Renovo Ultra Proofer impermeabilizzante da 500 ml incolore. Ne servirà circa la metà
  • 1 contenitore di plastica (anche un vasetto di yogurt (VUOTO!) può andare bene)
  • 1 pennello piccolo da 2”
  • 1 pennello medio per il lavoro intorno alle cuciture 1 pennello da 5 cm, sempre piatto come i primi due 1 telo di nylon
  • 1 straccetto di cotone per pulire gli eccessi di Renovo che dovessero per errore cadere sulla carrozzeria con relativo comune sgrassatore
  • 1 discreta pazienza e circa 5 – 6 ore in due giorni

Prima d iniziare, pulite accuratamente la capote mediante profondo lavaggio con sapone neutro,tanto state procedendo a ricondizionarla perciò non abbiate paura di rimuovere tracce di impermeabilizzazioni precedenti! Particolare attenzione bisogna dedicarla sulla mezza luna posteriore sotto la guarnizione ove non si pulisce mai….
Fate dunque asciugare perfettamente.

Un consiglio, specie per capote che hanno un po’ di anni (la mia 12, perciò è stato un buon test in questo senso): per eseguire un buon lavoro servono due giorni essendo che,la capote non è tutta visibile ma ha delle parti nascoste che sono: montante parabrezza, la parte superiore le rispettive tre guarnizione finestrino e la mezza luna sul posteriore.

Ho proceduto in questo modo:

1° giorno: Lavaggio completo della capote

2° giorno: Appurata l’asciugatura della stessa,stendiamo il telo per coprire l auto e iniziamo a dar l’impregnante nella mezza luna posteriore,quella che costeggia al di sotto della guarnizione e nella sulla parte anteriore al di sotto ove va in battuta la capotte con il parabrezza.

3° giorno: Procediamo tagliando il nylon una parte ci servirà da visiera sulla parte anteriore dell’auto,come da foto.
Chiudete la capote e rimarrà perfettamente aderente e tirato. Due pezzi li chiudiamo nelle singole portiere e questo ci permetterà di lavorare senza il rischio di far gocciolare il Renovo su cristalli e carrozzeria.L’ultimo pezzo di nylon con delicatezza lo infiliamo lungo la gomma sotto il lunotto,ove corre per tutta la lunghezza della capote. Per finire coprire il lunotto con il classico nastro di carta. A voi la scelta se coprire tutto il lunotto o solo il profilo esterno come ho fatto io Usare una spazzola per vestiti se,nel frattempo,si fosse depositata un po’di polvere sopra la capotte.Ora potete procedere a stendere il Renovo impregnante. Considerate che la capote è suddivisa in 4 parti: quella posteriore intorno al lunotto, le due parti laterali che corrono sopra le portiere e la parte centrale.

Io ho eseguito in questo ordine:

  1. Profilo basso della capote, dalla chiusura di una portiera all’altra (pennello da 2”);
  2. Profilo del lunotto, la cornice (pennello da 2”);
  3. Cucitura traversale della capote, insistendo anche con le setole del pennello di modo da far penetrare bene l’impregnante (pennello medio);
  4. Cuciture longitudinali e cuciture sopra i cristalli, allo stesso modo (pennello medio);
  5. Ritorno alla parte posteriore, con il pennello grande riempiendo gli spazi ancora vuoti tirando bene l’impegnante per evitare eccessi di Renovo Con lo stesso procedimento, completo le due parti esterne (pennello grande)
  6. Completo l’opera con la parte centrale della capote. Non dimenticate che in questa fase la pazienza deve essere molta. Stendete piccole quantità di prodotto in modo uniforme. Se cambiate direzione con il pennello per far sì che la capote venga completamente ricoperta, l’ultima stesura con il pennello deve essere sempre nella stessa direzione. Nel mio caso dal fondo dell’auto verso l’anteriore. In tal modo si asciugherà senza vedere in riflesso che è stata data a caso e si eviteranno pure le strisciate sovrapposte tipiche delle pitture date in più mani.

Nota: il Renovo non è stato mixato con altri prodotti, né diluito in acqua o in altro liquido. Semplicemente puro.

4° giorno: Osserviamo la capote dovrebbe essere oltre che più nera,un po’opaca e quasi secca.Questo è dovuto al fatto che il prodotto di base è comunque un impregnante,non un impermeabilizzante.Perciò l’effetto lucido/nuovo lo avrete soprattutto dopo la stesura dell’impermeabilizzante. La procedura ed i pennelli impiegati sono gli stessi del 3° giorno,ovviamente accuratamente lavati contenitore di plastica compreso! Tenete a mente che a differenza dell’impregnante,che è semi liquido,l’impermeabilizzante sembra acqua (sporca) perciò attenzione a stenderlo perchè vi scivolerà lungo la capote come niente! In effetti suggeriscono di stenderlo dal centro verso l’esterno.

Personalmente ho proceduto, magari più a rilento, ma sempre con la tecnica del 3° giorno. Il risultato è stato comunque apprezzabile perciò a voi la scelta. Il giorno successivo togliete il nylon e godetevi una splendida capote brillante e nuova. Se non siete ancora convinti che sia asciugata, attendete ancora un po’ di ore, poi aprite la capote e richiudetela. Non devono rimanere segni di chiusura ovviamente! Già che ci siete, se non l’avete ancora fatto,utilizzate uno spray al silicone per tutte le guarnizioni in gomma.Oltre ad aderire meglio alla capote,la zetina vi ringrazierà!

Approfitta della convezione sull’acquisto di prodotti renovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.